Qualità

Ho sempre creduto che se è possibile fare meglio, è doveroso fare meglio. E non solo per ciò che riguarda le procedure, ma per ogni aspetto di questo lavoro.
La scelta dell’attrezzatura per tatuare, per quanto mi riguarda, va indirizzata non solo verso una migliore soddisfazione personale ai fini della resa tecnica ma anche pensando al comfort del cliente. Da non sottovalutare assolutamente. Colori sicuri, aghi che non siano costituiti con metalli che possano rilasciare particelle tossiche, prodotti adatti ad essere usati su cute lesa, macchinette poco rumorose, stabili e facili da pulire.

Tutta questa ricerca garantisce al cliente un livello di sicurezza superiore troppo spesso poco considerato e conosciuto in quanto spesso al cliente è sufficiente che gli aghi siano monouso. Ma non è affatto sufficiente.

I colori usati a LA CAVERNA DELLE TORTURE, oltre ad essere ovviamente certificati e dotati della documentazione di legge, sono conservati in ambiente chiuso, lontano da luce, calore e umidità. Sono continuamente monitorati, in quanto riportano una data di scadenza oltre la quale vengono smaltiti anche se mai usati; sull’etichetta viene apposta la data di apertura, e dopo sei mesi da questa data l’intera boccetta di colore viene smaltita anche se non scaduta.

L’apertura della boccetta da dove fuoriesce il colore viene pulita prima e dopo il prelievo del liquido necessario e disinfettata periodicamente per eliminare la possibilità del proliferare di eventuali agenti patogeni.
Per la diluizione di colori viene utilizzata acqua sterile monodose e non prodotti di altro tipo, non adatti all’ignizione sottocutanea o al contatto con cute lesa.

Gli aghi, oltre ad avere le caratteristiche imposte dalla legge, sono scelti affinché abbiano una punta estremamente acuminata in modo da produrre una ferita precisa e facile da risarcire, garantendo così un processo di guarigione veloce e senza problemi.
Sono conservati in ambiente chiuso, lontano da umidità, calore e luce. Sono continuamente monitorati in quanto riportano una data di scadenza oltre la quale vengono smaltiti anche se mai usati.

Ogni prodotto utilizzato sul cliente è testato dermatologicamente ed adatto al contatto con cute lesa. Le cabine di lavoro sono in vetro trasparente, oscurabile se il cliente desidera privacy. La poltrona è studiata perchè offra il massimo comfort al cliente ed all’operatore e ogni elemento dell’attrezzatura viene illustrato nel dettaglio al cliente prima della firma della sua autorizzazione a procedere.

Il bendaggio viene eseguito con garze di Tessuto Non Tessuto antiaderente e traspiranti, in modo da garantire un’adeguata protezione della ferita fino all’inizio del trattamento post tatuaggio illustrato al cliente sia prima che dopo la realizzazione.

Personalmente, aggiorno di continuo le mie competenze tecniche e sanitarie in modo da poter offrire una garanzia totale di assistenza alla mia clientela, che trova sempre in me la risposta adeguata all’eventuale problema o dubbio sia prima che dopo il tatuaggio.